Primarie Fano Primarie Fano Primarie Fano


14 FEBBRAIO 2017 - AEROPORTO È BENE FARE CHIAREZZA

Sinistra Unita è d’accordo sulla convocazione di una Commissione Consigliare di indagine che faccia chiarezza sulle passate gestioni dell’aeroporto di Fano. La questione si protrae da troppo tempo, come dimostra l’ampio dibattito che si è aperto nei mezzi di informazione, ed occorre che i fanesi conoscano la reale situazione di un bene che appartiene alla collettività.

Nel 2010 è stato deliberato l’ultimo aumento di capitale della società Fanum Fortunae, per il quale il Comune di Fano ha versato la somma di circa 497 mila euro; la ricapitalizzazione da parte di Comune e Camera di Commercio era finalizzata agli adempimenti necessari alla realizzazione del progetto di cementificazione della pista. Tale progetto è andato in fumo a causa del rifiuto della Fanum Fortunae di procedere alla Valutazione di Impatto Ambientale, richiesta dalla legge regionale. Che fine abbiano fatto le somme a tal scopo messe a disposizione non è affatto chiaro.

Alla luce delle problematiche legate alla gestione dell’aeroporto e soprattutto per i bilanci in forte perdita degli ultimi tre anni, più volte è stata riunita la Commissione di Garanzia e Controllo senza che si arrivasse a far chiarezza sulla effettiva situazione della società di gestione. 

In particolare nella seduta del 23.09.2014 presieduta da Mirco Carloni la consigliera del M5S Roberta Ansuini aveva posto l’attenzione sul fatto che i principali servizi aeroportuali erano affidati ad una società esterna, la Eagles Aviation Academy s.r.l., che risultava essere per il 98% delle quote di proprietà di una fiduciaria estera con sede in Lituana; chiedeva anche quali fossero i rapporti fra la suddetta Eagles Aviation Academy e la GS Wings facente capo alla famiglia dell’allora A.U. dott. Santorelli. La consigliera Ansuini osservava che la questione sarebbe stata motivo di riflessione e chiedeva che le fosse messa a disposizione la documentazione relativa.

Ma poi non c’è stato un seguito nonostante che la presidenza della Commissione fosse passata alla stessa Ansuini. La successiva audizione avvenne, dietro richiesta del Comitato Bartolagi, solo il 5 luglio 2016: non venne convocata la nuova A.U. dott.ssa Rita Benini che avrebbe potuto dare risposte sulla reale situazione della Fanum Fortunae  il cui precedente A.U. dott. Santorelli era stato dimissionato il 28 maggio.

Negli ultimi mesi la Commissione di Garanzia e Controllo, dopo una interrogazione consigliare di Sinistra Unita, si è riunita per ben tre volte sotto la presidenza del dott. Davide del Vecchio, per ascoltare il nuovo A.U. Giuseppe Belli e tutte le società operanti nell’aeroporto, tuttavia non è stato possibile fare piena chiarezza riguardo a problematiche sempre più complesse, come testimoniano le dimissioni di ben due amministratori unici, le dimissioni dell’unico impiegato, la poca chiarezza sulla effettiva situazione economica della Fanum Fortunae, contratti revocati, la mancata convergenza delle istituzioni locali, ed infine un esposto all’autorità giudiziaria sulla passata gestione presentato dall’ultimo A.U. Ruggeri, insomma una situazione talmente confusa che ha spinto ENAC a revocare il finanziamento già concesso.

Poiché l’aeroporto ha usufruito di forti finanziamenti pubblici, soprattutto da parte del Comune di Fano che è proprietario dell’area e delle relative strutture, è giusto che tutto quello che riguarda la sua gestione non rimanga chiuso all’interno di una cerchia di poche persone che hanno da difendere i loro interessi, ma divenga conoscenza comune a tutti. 

La trasparenza della gestione è l’unica cosa che può far sopravvivere l’aeroporto.

Fano, 14 febbraio 2017

Carla Luzi - Consigliera Sinistra Unita

Indietro

Condividi su Facebook Condividi su Twitter